11 aprile 2016

Disegno a matita su livello

Download: MATITA SU LIVELLO.atn
PS English version: LAYERED SKETCH.atn

Una "azione" per mettere con un solo click un disegno a matita su livello, eliminando il bianco.
Doppio clic sul file, oppure si carica dalla palette "Azioni".
Da qualsiasi file si otterrà il disegno in bianco e nero su livello, più un livello di sfondo bianco, in RGB.
E' un'alternativa all'uso della matita in "moltiplica", più versatile se si vuole colorare il tratto. Le tonalità di grigio saranno ovviamente più o meno trasparenti. Se si vuole un tratto più coprente basta duplicare il livello e successivamente unirlo al precedente.

06 aprile 2016

Grimm Press 2016

Grimm Press mi ha dedicato la copertina del catalogo 2016, grande onore da parte di un editore che adoro.

Catalogo Grimm Press

21 marzo 2016

Accademia di Macerata

17 e 18 marzo, seminario all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Grazie agli studenti per la pazienza e attenzione che mi hanno riservato e al grande Maurizio Quarello per il supporto!

24 febbraio 2016

05 ottobre 2015

Il Maestro

Ieri pomeriggio fuggivo dalla solita innominabile sagra locale, tra fumi e motori rombanti.
Pochi chilometri e sono nuovamente in Europa, a Vignola Passa la parola ha portato i libri per ragazzi per le strade. Gruppi di persone che si portano i libri appresso tra un evento e l'altro, forse inseguendo l'autore per una dedica. Si respira una bella aria e il cielo grigio a sprazzi azzurri sembra proprio quello disegnato da Roberto Innocenti nell'Ultima spiaggia.
Ed eccolo qua, il Maestro, che parla del suo contributo a "Con la voce dei tuoi occhi", un viaggio tra esperienze, testimonianze e studi sul ruolo delle esperienze artistiche visive e musicali per aiutare le bambine affette da Sindrome di Rett.
Edito da Federighi Editori, a cura di Claudio de Felice e Andrea Giuntini.
Per volontà degli autori, il ricavato dei diritti di copyright di questo libro viene devoluto a favore di progetti di ricerca e assistenza, principalmente nelle sindromi dello spettro autistico.


25 settembre 2015

Mostra "Taste the clouds"
























Sabato 3 ottobre, dalle ore 18, a Vignola (MO), in occasione di Passa la Parola - Festival della lettura per Ragazzi:
Passeggiata per la mostra "Taste the clouds".
In anteprima dagli USA l'omonimo libro scritto da Rita Marshall per Creative Editions.

La mostra è aperta dal 26 settembre al 10 ottobre.
Salotto Muratori, via Selmi 2, Vignola.
Orari:
festivi 10-12 15,30-18,30
feriali 15,30-18,30 (giovedì e venerdì)

04 settembre 2015

Layers

Prendo spunto da una domanda su Behance per mettere a disposizione un file PSD a livelli (a risoluzione dimezzata) per chi volesse curiosare nel mio layers-caos!
Per le immagini del calendario Fatatrac non ho usato una vera traccia a matita ma dei rough a colori su cui ho un po' improvvisato. Molti livelli intermedi li ho uniti strada facendo. Niente maschere e ritagli, tutto molto free.

14 giugno 2015

Palette "frivole"

Non mi ero mai accorto che le palette di Photoshop accettassero anche i caratteri speciali... L'effetto può essere demenziale! Su Mac basta tenere aperto il Visore caratteri e fare doppio click sull'icona mentre si digita il nome di uno strumento, immagino che funzioni anche su Windows con Mappa caratteri e copia-incolla.
Il Visore (utilissimo per cose ben più serie) si apre su Mac dall'icona nella barra dei menu.
Se l'icona non c'è, occorre renderla visibile dalle Preferenze di sistema/ Lingua e testo.


20 maggio 2015

Esperimenti col pennello doppio
























Un pennellino grintoso e versatile che usa il metodo del pennello doppio, quindi dotato di quella "casualità" che lo rende meno ripetitivo di altri.
Da usare con tratti rapidi e sicuri ma riducendone l'opacità si può anche andare di velatura.
Per chi volesse provarlo, è scaricabile come strumento predefinito (istruzioni allegate), compatibile col vecchio CS3.
Download ROUGH ACRYLIC























Non usa la dinamica forme, nel caso si voglia controllare lo spessore del tratto con la pressione, si può usare l'apposita scorciatoia nella barra delle opzioni:


05 maggio 2015

Cantalamappa!

Cantalamappa di Wu Ming

A giudicare dal loro Librone dei Viaggi, pare proprio che questi due strambissimi nonnetti ne abbiano fatta di strada in giro per il mondo. Forse non hanno semplicemente attraversato dei luoghi ma anche storie e vite di persone che potrebbero interessarci parecchio.
Diamo un'occhiata al loro strano Librone e sentiamo cosa ci raccontano...

"Cantalamappa" di Wu Ming, 124 pagine, Electa Kids







11 febbraio 2015

Prima della consegna

scoiattolo

Il lavoro è finito, l'illustrazione mi piace, ho fatto tutte le ottocentoventitrè variazioni cromatiche del caso, cosa mi rimane da fare prima di consegnarla?
Per prima cosa: appiattire l'immagine dal menu Livello/Unico livello, salvandone una copia.

Riposo un attimo gli occhi e la esamino di nuovo in misura reale (vedi post), tenendo presente che la stampa risulta sempre meno contrastata rispetto alla visione a monitor.
Le texture che uso nei pennelli non lavorano mai in scala 100% ma sempre in ingrandimento o riduzione. L'effetto dell'interpolazione produce un generale aspetto molto morbido che in stampa potrebbe risultare quasi "sfocato"

Per questo motivo, nella maggior parte dei casi, applico il Filtro/Nitidezza/Maschera di contrasto, basandomi sull'esperienza e mai più del minimo indispensabile.

(ingrandire!)
Salvata la versione contrastata dell'immagine, non mi rimane che convertire il file RGB in quadricromia.

Se non mi è stato richiesto un profilo CMYK particolare, a cosa posso fare riferimento per la conversione?

Sapendo che la stampa avverrà sulla classica carta patinata, convertirò nell'altrettanto classico Coated FOGRA39.
Ovvero, dal menu Modifica/Converti in profilo andrò a scegliere quel particolare profilo.









Se invece si stampa su carta "uso mano" opaca, niente di meglio dell'Uncoated FOGRA29

Attenzione all'editoria scolastica che a volte non accetta più del 300% di inchiostro totale, se questa richiesta viene confermata, un profilo ideale potrebbe essere l'ISO Coated v2 300%.
Nel caso questi profili non fossero già presenti nel computer, si possono facilmente cercare e scaricare in rete.

Bene! Fatto ciò, non mi rimane che salvare il file nel formato TIFF, incorporando il profilo colore e caricarlo via FTP sul mio server per la consegna.

31 gennaio 2015

Dimenticanze

A volte ritornano... Questo Signor Bop l'avevo dimenticato in un cassetto (digitale).
Un pizzico di restauro ed eccolo qua!

Signor Bop

29 gennaio 2015

Lola e io

"Lola e io", magnificamente scritto da Chiara Valentina Segré, è stato scelto da IBBY International Board on Books for Young People tra i 2015 OUSTANDING BOOKS FOR YOUNG PEOPLE WITH DISABILITIES.
Le fantastiche editrici di Camelozampa lo stanno già ristampando!


11 novembre 2014

Click - dimensione reale! [updated]


Lavorando in digitale, mi capita spesso tra una zumata e l'altra di perdere il senso delle dimensioni, ovvero la misura esatta a monitor della pagina stampata.
Molti avranno notato che il menu Visualizza/Dimensioni stampa non mostra la vera dimensione del foglio impostata all'inizio del lavoro.
Questo succede perché Photoshop "non sa" qual'è la risoluzione del monitor ma usa di default la 72 pixel/pollice dei vecchi monitor.
Potrei andare per tentativi, modificando il numero fino a quando le dimensioni corrispondono ma forse è più veloce procedere così:

- Creo un documento nuovo impostando (ad esempio) una larghezza di 20 centimetri.

- Vado al menu Visualizza/Dimensioni stampa e misuro col righello la larghezza del documento sul monitor: a me risulta 15,3 centimetri, molto più piccolo!

-  Apro le Preferenze alla voce Unità di misura e righelli (vedi foto più in basso) e annoto la risoluzione monitor sbagliata (di solito 72 pixel/pollice)

-  A questo punto mi basta formulare la proporzione:

20 : 15,3 = X : 72

in cui X rappresenta la misteriosa risoluzione in pixel/pollice del mio monitor.

Dunque, calcolo che 20 x 72 diviso 15,394 (arrotondato) e questa è la vera risoluzione da impostare.
D'ora in poi potrò finalmente vedere a monitor l'esatta dimensione del lavoro stampato.

Inoltre, dal menu Modifica/Scelte rapide da tastiera posso assegnare un tasto a Visualizza/Dimensioni stampa, il che rende l'operazione rapidissima.

P.S. il libro che si vede è Conte Incantate di Sabrina Giarratana, Fatatrac.

30 ottobre 2014

Sostegno alla Campagna LIP per la scuola!

Legge di Iniziativa Popolare per la scuola della Repubblica























il mio sostegno alla campagna LIP-Legge di Iniziativa Popolare per la scuola della Repubblica. Contro la "buona scuola" dei renzisti. LA SCUOLA E' PUBBLICA! RISPETTIAMO LA COSTITUZIONE!

21 ottobre 2014

Nebbia & pennelli PS

Da qualche giorno ho in testa l'immagine di un bambino che si aggira in barca per le vie di un paese piuttosto nebbioso, così mi sono messo a disegnarla molto di getto.
Ottima occasione per farmi tre nuovi pennelli di Photoshop, ne ho usato anche un quarto che avevo già.
Se qualcuno ha la curiosità di provarli, si possono scaricare qua. Come è mia abitudine sono salvati come Strumenti predefiniti e vanno caricati e usati da lì.
pennelli photoshop
nebbia




26 aprile 2014

Photoshop: illustrare in RGB o CMYK?


Ogni tanto qualcuno mi chiede il motivo per cui preferisco il metodo RGB pur sapendo che il mio lavoro è destinato alla stampa in quadricromia.
Certamente si può ottenere un buon risultato anche partendo dal metodo CMYK ma a mio avviso ci sono alcuni ottimi motivi per impostare il proprio lavoro in RGB e convertire in quadricromia solo alla fine, dopo aver appiattito tutti i livelli.

- Tutti lo sanno, la quadricromia "pesa" di più, rallenta e si perdono molti filtri, va bè io tanto non ne uso.

- Otto tubetti di acrilico consentono una gamma molto più vasta della migliore stampa in quadricromia, perché dovrei limitare la mia tavolozza digitale? A parte i miei portfoli sul web, se mi servono le immagini per una mostra le faccio stampare in RGB, senza rinunciare al mio blu cobalto.
Uso spesso comunque i cursori in quadricromia per cui vado fuori gamma stampabile solo con saturazioni e valori tonali. Se attivo Visualizza/Prova colore ho comunque l'anteprima del risultato in quadricromia, anzi in una specifica quadricromia.

- Questo è un punto essenziale, non esiste una generica "quadricromia", ma precisi profili di quadricromia, uno per ogni tipo di stampa, carta, inchiostri utilizzati.
Altro punto a favore di un "Super originale" in RGB da convertire in CMYK solo al momento della consegna!
Se va su carta patinata convertirò probabilmente in Coated FOGRA39, se va su carta opaca sceglierò Uncoated FOGRA29, giusto per fare un esempio.
I profili colore non sono fisime, alcuni grossi editori di scolastica che stampano su carta sottile richiedono l'ISO Coated v2 300%, ovvero: il nero più nero di un'immagine RGB, convertita in quel profilo, produrrà una quadricromia dove la somma dei quattro inchiostri in un singolo punto non supera il 300%. Altrimenti la stampa non parte.

Ma se lavoro direttamente in quadricromia? Ecco che posso combinare guai grossi!
Facciamo finta che io stia lavorando in CMYK, col classico profilo Coated FOGRA39 e voglia aggiungere un cappellino nero a questo personaggio. Nulla mi vieta di sparare tutti i colori al 100% come faccio qui:


Aprendo il pannello Info, opportunamente configurato, il numero di fianco alla lettera Sigma permette a chi è scarso in matematica come me di vedere la somma dei quattro inchiostri nel punto dove posiziono il puntatore: 400%!
Roba da galera! Il FOGRA39, la comune stampa su patinata, ammette un TAC (Total Area Coverage) del 330.


Vediamo cosa succede se mi concedo le stesse libertà su un file RGB, visivamente il risultato è identico.


Ma se vado a verificare con l'Info trovo un valore Sigma di 329, quindi nei limiti del TAC del FOGRA39.
Vedo quel valore perché ho impostato FOGRA39 come CMYK di default da Modifica/Impostazioni colore.
Quindi la quadricromia "ufficiale" quando converto da Immagine/Metodo/Colore CMYK.

Ma questo file RGB potrà essere convertito in tutti i profili di quadricromia del mondo, ognuno con TAC e valori cromatici ottimizzati per un preciso tipo di stampa.
In questo caso, la conversione va fatta dal menu Modifica/Converti in profilo.
Attenzione, quando si salva il file bisogna sempre incorporare il profilo.

La quadricromia, in definitiva, è un oggetto piuttosto delicato, la presenza di un colore non lineare rispetto agli altri (il nero) mi fa preferire che se ne occupi il programma, è una delle cose che sa fare meglio.

Prossimamente scriverò due righe sulla scelta dello spazio RGB più opportuno per chi ha come intento finale la stampa, ma intanto possiamo già escludere il famigerato sRGB.

06 aprile 2014

27 marzo 2014

La notte in cui la guerra si fermò











Illustrazione di copertina per il romanzo di prossima uscita "La notte in cui la guerra si fermò" di James Riordan, collana Contemporanea, Mondadori.

21 maggio 2013

Conte incantate

pensieri

lacrime

Una piccola anteprima di Conte incantate, con i testi evocativi di Sabrina Giarratana e le suggestioni musicali dei Blue Penguin. Sarà in libreria da settembre per Fatatrac.

15 novembre 2012

Leo otto volte eroe

E' arrivato in libreria lo svogliatissimo polipetto ideato dalla scrittrice turca Sara Şahinkanat.
Alzarsi per andare a scuola in una gelida mattina è molto faticoso, specialmente se c'è da indossare un cappotto con otto maniche e otto guanti da neve.
Ma anche in fondo al mare capitano giornate un po' speciali! Leo tornerà a casa ben felice di essere un polipo e finalmente orgoglioso dei suoi otto tentacoli.



















Qui il booktrailer
"Leo otto volte eroe" collana "I tradotti" Sinnos formato 18x25, 48 pagine.
lo trovate in libreria e su IBS


18 ottobre 2012

3° Workshop di illustrazione digitale a Padova

Informo che il mio 3° workshop di illustrazione digitale avrà luogo nel weekend del 27 e 28 ottobre, grazie all'impeccabile organizzazione di Artelier, dove trovate tutte le informazioni!
[qui le foto del workshop]

27 luglio 2012

Muro come un pesce, 7-8 agosto, Termoli

Il 7 ed 8 agosto parteciperò ad una mostra collettiva che coinvolge una quarantina di illustratori e che vedrà le opere proiettate sulle mura del borgo vecchio della città di Termoli, sul mare. Mi sembra un'idea fantastica, anche perché la mostra potrebbe diventare itinerante.
Qui il sito dell'evento che vede tra gli organizzatori l'instancabile Laura Fanelli.